L’uomo, la bestia e la virtù a parco Rebotti

Si conclude con una rappresentazione per ricordare i 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello la rassegna “Estate al Parco 2017”. Venerdì 11 agosto alle 21 a parco Rebotti la compagnia “Armathan Teatro” andrà in scena con la celebre commedia pirandelliana “L’uomo, la bestia e la virtù”.

Tra il Professor Paolino e la signora Perella, moglie del Capitano, nasce una relazione amorosa clandestina che ha come conseguenza, l’arrivo di un figlio.
Per evitare lo scandalo e impauriti dal brutale Capitano che sta per tornare dopo sei mesi di assenza, i due amanti ordiscono un complotto: nell’unica notte in cui il Capitano sarà a casa, dovrà avere un rapporto d’amore con la moglie. «Guardiamo gli altri e sapendo che vediamo una maschera che ne nasconde tante altre, ci prestiamo al gioco di credere che quella faccia non nasconda nulla. E quando rimaniamo soli, senza sguardi su di noi, non sappiamo se togliere o aggiungere maschere nel vero e infinito gioco delle apparenze – spiega il regista- Una farsa con un intreccio drammaturgico ricco che delinea personaggi grotteschi che si muovono in una scenografia fatta di trasparenze sovrapposte: il risultato che ne deriva è una sorta di ambiente rarefatto dove ad una maschera se ne sovrappone subito un’altra, nel goffo tentativo di nascondere la verità».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.