“Operazione Sostenibilità” a San Giovanni con il Gruppo Vicenzi

Cristian Modolo (marketing Gruppo Vicenzi), il sindaco Attilio Gastaldello, Tessa Gelisio, Filippo Ceffoli (direttore generale Gruppo Viceniz) e l’assessore Debora Lerin alla presentazione dell'”Operazione Sostenibilità”

Parte a dicembre a San Giovanni Lupatoto l’“Operazione Sostenibilità”, sostenuta dal Gruppo Vicenzi con il patrocinio del comune. Nel progetto pilota saranno coinvolte nove classi prime e due seconde delle scuole medie Marconi, De Gasperi e Leonardo Da Vinci. Gli studenti, durante le vacanze di Natale, affronteranno una “missione segreta” muniti di penna e diario. L’obiettivo sarà monitorare le abitudini sostenibili e gli stili di vita all’interno delle proprie famiglie.

Il Gruppo Vicenzi esce quindi dal contesto aziendale ed entra nelle case dei lupatotini promuovendo i temi della sostenibilità, del benessere, del rispetto per le risorse ambientali e dell’economia circolare, pilastri fondamentali sostenuti dall’azienda dolciaria veronese con sede a San Giovanni Lupatoto. Sono quattro gli ambiti che saranno approfonditi dagli studenti, contenuti nel “Rapporto di Sostenibilità Vicenzi”, la cui lettera di presentazione è stata firmata da otto nipoti (dai 12 ai 20 anni d’età) del presidente Giuseppe Vicenzi: packaging sostenibile (abbigliamento); materie prime di qualità; energia, acqua e rifiuti; trasporti e logistica (spostamenti quotidiani).

Testimonial d’eccezione del progetto è la green influencer e personaggio televisivo Tessa Gelisio, che monitorerà insieme alle insegnanti e dirigenti scolastiche l’andamento delle “missioni”. «Affrontare questi temi è diventato per fortuna la normalità – ha spiegato la Gelisio –. Persone e aziende devono migliorare con costanza le proprie performance ambientali. Questo progetto diventa infatti un’importante occasione di formazione: consapevoli dell’impatto ambientale di ciascuno, lavoriamo insieme per ridurlo il più possibile». «È un’iniziativa molto bella – ha aggiunto il sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello –, perché coniuga i valori dell’ambiente con l’esigenza di coinvolgere i ragazzi e il mondo della scuola. La convinzione è che il progetto diventerà trainante per molte altre iniziative sulla sostenibilità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.