Riparte “Ci sto? Affare fatica!”

L’edizione 2019 del progetto a Castel d’Azzano

E’ stato confermato anche quest’anno “Ci sto? Affare fatica!”, l’attività estiva che dal prossimo coinvolge le comunità locali nella cura dei beni comuni e nella formazione delle giovani generazioni. Il progetto partirà il 6 luglio fino al 7 agosto, ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30. Le iscrizioni sono riservate ai ragazzi dai 14 ai 19 anni e si apriranno dal 22 giugno a partire dalle ore 9 dal sito www.cistoaffarefatica.it. Oltre a Verona e Villafranca, i Comuni coinvolti saranno San Giovanni Lupatoto, Castel d’Azzano e Buttapietra. Il progetto è rivolto a tutti coloro che intendono fare un’esperienza di cittadinanza attiva, prendersi cura delle città in cui si vive e rendere così piena di significato la propria estate. Ogni Comune si occuperà dei propri progetti interni, tra cui la pulizia dei quartieri, la manutenzione dei parchi e la tinteggiatura di giochi, staccionate, panchine e aule. I giovani saranno divisi in gruppi di dieci unità e coordinati da un giovane tutor (dai 20 ai 30 anni d’età) e da un coordinatore tuttofare che insegnerà le mansioni. L’impegno sarà ricompensato con “buoni fatica” settimanali del valore di 50 euro, da spendere in abbigliamento, alimentari, libri, cartoleria, elettronica e tempo libero. I ragazzi e i tutor saranno assicurati nello svolgimento delle loro attività e saranno rispettate le misure di sicurezza previste dalle direttive regionali e nazionali, specie in materia di emergenza sanitaria ancora in atto. “Ci Sto? Affare Fatica!” è promosso da Energie Sociali, L’Albero, Aretè e Centro di Servizio per il Volontariato ed è realizzato con il contributo di Fondazione Cariverona.

Per info e iscrizioni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.