Novembre “tra terra e cielo” a San Giovanni

La locandina del progetto “Tra Terra e cCielo” a San Giovanni Lupatoto

A San Giovanni Lupatoto il progetto scolastico “Tra Terra e Cielo” abbraccia la biodiversità. L’amministrazione comunale rinnova infatti per tutto il mese di novembre la collaborazione con le scuole dell’Istituto Comprensivo 2 “Margherita Hack”. Saranno coinvolti circa 1200 studenti, dalla classe prima delle scuole primarie alle terze delle scuole secondarie di primo grado. “Tra Terra e Cielo” sarà seguito e realizzato da Mattia Croce, naturalista, divulgatore scientifico e titolare del canale youtube “Cruz in the Bush”.

«Le difficoltà emerse dalle normative per la sicurezza e la salute all’interno delle scuole non ci ha impedito di proseguire con questa importante iniziativa – spiega l’assessore all’istruzione del comune lupatotino Debora Lerin –.  Il sottotitolo del progetto, “Senza Paura”, vuol essere un incoraggiamento e ha l’obiettivo di sviluppare negli alunni un pensiero critico su quanto l’essere umano sia capace di modificare l’ambiente che ci circonda».

A dare il via saranno le prime e seconde delle scuole primarie con una lezione svolta all’aperto nel cortile della scuola: sarà l’occasione per conoscere come suddividere il regno animale che ne popola il giardino. Le classi terze andranno a vedere le piante e gli animali tipici del territorio e analizzeranno le caratteristiche delle specie più comuni. Le quarte approfondiranno inoltre gli aspetti geologici e idrogeologici dell’ambiente circostante. Le quinte approfondiranno il tema del riciclaggio, della tutela dell’ambiente e del consumo eccessivo delle risorse. Le classi prime e seconde delle scuole secondarie di primo grado analizzeranno le zolle di terra del terreno per verificarne l’inquinamento. Le classi terze questo lavoro lo faranno anche analizzando campioni d’acqua.

«E’ un progetto – aggiunge la Lerin – che nel corso degli anni ha sempre sviluppato grande interesse creando nuovi stimoli di attenzione verso tematiche extra-curricolari fondamentali per alimentare il rispetto e il senso civico degli studenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.