Comuni in rete per l’invecchiamento attivo

Si chiama “Investire negli anni d’argento: insieme si può!”. E’ il progetto, promosso dalla Regione Veneto per l’invecchiamento attivo, di cui il Comune di Buttapietra è ente capofila e che coinvolge molte realtà limitrofe. Sono quattro i Comuni in rete: oltre a Buttapietra, Isola della Scala, Castel d’Azzano e Concamarise. Sono coinvolte anche le associazioni locali di “Fevoss”, “Mano nella Mano”, il gruppo alpini, l’Università del Tempo Libero, e realtà come il Centro di Ricerca in Riabilitazione Neuromotoria e Cognitiva (CNNRC) dell’Università di Verona e l’Unione Italiana Sport.

L’iniziativa prevede alcune azioni mirate, dedicate alla promozione e il sostegno dell’attività fisica e il benessere degli anziani, attraverso gli ambienti di vita e le attività sociali. Ideatrice e coordinatrice del progetto è Paola Reani, musicoterapista e naturopata da molti anni attiva nella provincia a supporto di progetti sociali. «Siamo partiti dall’idea – spiega la Reani – di sostenere e ampliare i centri di socializzazione, luoghi di incontro in cui gli anziani attraverso la musica e il movimento contribuiscono a mantenere le loro abilità cognitive e motorie. Abbiamo voluto estendere la proposta aggiungendo competenze per rafforzare le prevenzione, permettendo così agli anziani di essere più consapevoli e aumentare il loro stato di benessere».

L’inaugurazione dell’iniziativa sarà al centro di socializzazione di Buttapietra, alle ex scuole medie “Renato Simoni” in via Provinciale Ovest, mercoledì 25 settembre a partire dalle 9:30. Sarà organizzato un corso di ginnastica dolce aperto a tutti, oltre a caffè tematici previsti anche in autunno. A sostegno di tutte le attività organizzate, la “Fevoss” locale ha messo a disposizione il servizio di trasporto che permetterà la partecipazione anche alle persone con maggiori difficoltà.

«La possibilità di lavorare in rete con altre realtà è un’opportunità che ci permette di allargare l’offerta e scambiare competenze – aggiunge il sindaco di Buttapietra Sara Moretto -. Ho da subito sostenuto con entusiasmo la proposta, comprendendo il grande valore che un progetto così importante poteva portare ai nostri cittadini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.