La gastronomia della Fiera del Riso protagonista a Berlino

Ente Fiera di Isola della Scala e il Consorzio di tutela del riso Nano Vialone Veronese Igp hanno partecipato all’evento internazionale dedicato al turismo, servendo piatti e prodotti tipici nello stand della Regione del Veneto

I risotti della Fiera del Riso sono stati tra le eccellenze italiane servite alla Itb, la fiera internazionale di Berlino dedicata al settore turistico che si è chiusa il 12 marzo. Ente Fiera di Isola della Scala e il Consorzio di tutela del riso Nano Vialone Veronese Igp si sono occupati del catering per lo stand della Regione del Veneto, portando nella capitale tedesca, oltre al risotto all’isolana e al riso scaligero, anche i vini della cantina Valpantena e l’olio del consorzio degli olivicoltori di Malcesine.

Venerdì gli chef isolani sono stati raggiunti da Alberto Fenzi, amministratore unico di Ente Fiera e dal sindaco e vicesindaco di Isola della Scala, Stefano Canazza e Michele Gruppo.

«In una sola giornata abbiamo avuto modo di prendere contatto con numerosi tour operator che si sono dimostrati interessati alla nostra Fiera del Riso – ha affermato Alberto Fenzi –. Un plauso va senz’altro alla Regione del Veneto che ha progettato uno stand capace di aggregare tante eccellenze locali che da sole non avrebbero avuto la forza per partecipare a questa fiera internazionale».

«Ancora una volta Isola della Scala è stata presente ad un evento internazionale per promuovere le nostre produzioni – ha spiegato Stefano Canazza –. I turisti stranieri cercano in Italia cultura, tradizione, storia e buon cibo. E questa nostra terra, che coltiva riso da 500 anni, ha le potenzialità e le caratteristiche per attrarre nuovi visitatori da altri Paesi».

«La nostra partecipazione a questi eventi ha due obbiettivi – ha aggiunto Michele Gruppo –. Il primo è quello di farci conoscere fuori dai confini nazionali per ampliare il nostro pubblico. Il risotto italiano, infatti, è un piatto talmente amato da poter diventare un incentivo turistico per il nostro territorio. Il secondo obbiettivo è quello di consolidare i rapporti con altri enti, aziende e consorzi con cui possiamo crescere e moltiplicare le occasioni di reciproca promozione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.