Castel d’Azzano è città: consegnato il titolo onorifico

Il sindaco Antonello Panuccio riceve il titolo onorifico di città dal prefetto di Verona Donato Cafagna

Il Prefetto di Verona Donato Cafagna ha consegnato a Castel d’Azzano il titolo onorifico di città. Il riconoscimento, concesso dal Ministro dell’Interno e dal Presidente della Repubblica, celebra Castel d’Azzano «per il suo sviluppo urbanistico e demografico, per l’importanza delle aziende locali e per il recente rilancio ecologico e paesaggistico». La consegna del titolo di città è stato accompagnato dal concerto sinfonico celebrativo nel parco di Villa Nogarola, aperto a tutta la cittadinanza, eseguito dall’“Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici” e da un brindisi finale.

«Il riconoscimento da parte dello Stato – ha annunciato il prefetto Donato Cafagna durante la premiazione – premia la storia, la tradizione e le attività economica di Castel d’Azzano, oltre alla capacità della comunità di guardare al futuro».

«Decisiva è stata la crescita costante di quella che adesso finalmente possiamo definire città – è intervenuto Michele Bauli, amministratore unicom di Bauli Spa, una delle eccellenze del territorio -. Noi come Bauli Spa siamo qui dal 1974 e devo dire che si è lavorato bene e abbiamo contribuito a far crescere l’economia locale».

«Essere città è un riconoscimento dal valore culturale, storico ed economico – chiude il sindaco di Castel d’Azzano Antonello Panuccio – Lo Stato riconosce le nostre eccellenze storiche e monumentali e l’evoluzione dal punto di vista ecologico ed ambientale. Abbiamo accolto due bambini sul palco, simbolo di un futuro che sia migliore e sostenibile».

Presenza di pubblico importante durante il concerto sinfonico
Il meritato brindisi finale dopo il concerto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.