Isola dice No al car fluff di Sorgà

L’intervento di Roberto Venturi

Si sono incontrati sabato 26 febbraio al Palariso di Isola della Scala i sindaci dei tredici comuni che si sono uniti per contrastare l’insediamento di una grande discarica di materie residue di autovetture nel vicino comune di Sorgà. <<La scelta del Palariso, da parte dei primi cittadini di 13 Comuni, per ribadire un chiaro e netto no alla realizzazione di una discarica di car fluff nel comune di Sorgà – ha dichiarato il primo cittadino Luigi Mirandola – è già di per sé indicativa della vocazione agroalimentare d’eccellenza di un territorio caratterizzato da una cultura agricola che non può essere sfregiata dall’insediamento della discarica. Anche da un punto di vista strettamente tecnico i danni che potrebbe causare all’ambiente, e non solo, potrebbero essere irreparabili>>. Ha ribadito il no al car fluff l’assessore all’Agricoltura Roberto Venturi: <<La nuova Amministrazione di Isola della Scala, consapevole della gravità dell’assenza del nostro Comune da decisioni come questa, ha come primo suo atto deliberato in Consiglio Comunale di unirsi ai 12 Comuni e di sottoscrivere l’accordo di cooperazione fra i sindaci del territorio come primo contributo alla battaglia che l’intero territorio della pianura veronese sta portando avanti; ha voluto che questo incontro si tenesse nella struttura simbolo dedicata al prodotto tipico della nostra pianura, il riso, dove si celebra l’annuale Fiera del Riso, punto di riferimento di tutti i comuni a noi vicini, i quali ora sanno che Isola della Scala è con loro>>. E’ atteso il 15 marzo il parere tecnico della Regione Veneto sulla realizzazione della discarica in località De Morta di Pontepossero che, secondo i sindaci dei territori limitrofi andrebbe a contaminare l’aria, i terreni e l’acqua che ci circondano arrecando un danno alle colture locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.