“Zaccaria e il guazzabuglio” è la nuova storia de “Il trenino racconta”

La scrittrice Sabrina Ginocchio e l’illustratrice Elisabetta Micheloni ideatrici della collana di libri per bambini “Il Trenino Racconta”

Zaccaria e il guazzabuglio”. È questo il titolo del nuovo libro per bambini scritto da Sabrina Ginocchio e Alberto Rebuzzi con le illustrazioni di Elisabetta Micheloni. Dopo il successo di “Tina&Pina”, di “Bow un amico invisibile” e di “Azzurra” la collana di libri per bambini “Il trenino racconta”, ideata dalla scrittrice e dall’illustratrice di Vigasio, si arricchisce di un’altra fantastica storia. Sfogliando “Zaccaria e il guazzabuglio” ci si rende subito conto che siamo di fronte a una intrigante novità. Abbiamo un nuovo simpatico personaggio, il cane Zaccaria, che indaga per scoprire il responsabile di un misfatto. Il libro è un giallo per bambini scritto in rima come una recitazione o una canzonetta. La professoressa Elisa Zoppei nella sua prefazione dice che la storia di Zaccaria e dei suoi amici potrà essere letta, ascoltata e, anche, recitata e cantata. Sarà un vero e proprio gioco cercare di capire insieme a Zaccaria chi ha commesso il misfatto e chi è il responsabile del guazzabuglio. Le strofe di questo giocoso e vivace testo poetico per bambini fanno onorata concorrenza ai cartoni animati e, in più, nascondono un vantaggio: i lettori sono chiamati a “entrare” nelle parole e ad appropriarsene tramite la recitazione, il mimo e l’interpretazione, diventando così i protagonisti dell’avventura. «Il “trenino” – raccontano Ginocchio e Micheloni – prosegue il suo viaggio con un nuovo passeggero: Alberto Rebuzzi, di Suzzara (MN). È stato un incontro casuale in cui noi eravamo interessate a inserire un po’ di mistero nelle nostre storie e Alberto era attratto da un pubblico di bambini. Siamo partiti con un foglio bianco davanti a noi. Prima abbiamo stabilito che il nostro personaggio destinato a indagare era il Cane Zaccaria. Qui è nata spontaneamente la prima rima: “Il gran capo della polizia”, a quel punto tutto è proseguito in modo naturale». Ginocchio spiega che il racconto si apre con un mistero. «Durante un concorso di pittori – spiega la scrittrice – uno sconosciuto ha rovinato tutti i disegni che gli orsetti avevano dipinto con grande maestria e precisione. Chi sarà stato? Il protagonista Zaccaria con il suo olfatto sopraffino cercherà di scoprire il colpevole». Toccherà ai piccoli lettori immedesimarsi nel racconto e ricevere stimoli con la nuova tipologia di linguaggio e di espressione del libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.