Klaudio Ndoja si racconta a Isola della Scala


La morte è certa, la vita no” questo il titolo del libro biografico che il cestista Klaudio Ndoja ha presentato lunedì 25 febbraio davanti a una platea di più di trecento alunni della scuola secondaria di I grado Fratelli Corrà di Isola della Scala, raccontando la sua storia dall’arrivo in Italia con un barcone per scappare alla guerra in Albania, all’aiuto ricevuto da un parroco milanese quando andava a giocare nel campetto parrocchiale, fino a diventare un acclamato capitano di una squadra di Serie A di pallacanestro.

L’incontro, organizzato dalla professoressa Serena Benati in occasione della Settimana dello Sport, è stato un alternarsi di racconti del giocatore e domande da parte degli alunni. Ad accompagnare Ndoja Michele Pettene, autore del libro, che ha messo insieme episodi vissuti, sentimenti, emozioni per scrivere su fogli bianchi una storia non comune di chi il successo se l’è guadagnato dopo una vita di sacrifici.

Nel video il cestista Klaudio Ndoja, l’autore Michele Pettene e, in veste di moderatore, il professor Riccardo Melotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.