Al Filarmonico due opere al femminile

La stagione lirica 2022 al Teatro Filarmonico diretto da Fondazione Arena inaugura con “i desideri segreti” di due donne. Dal risibile “vizio” del fumo che fa ingelosire il marito nell’Intermezzo di Ermanno Wolf Ferrari “Il segreto di Susanna” alla passione più grande, quella per il proprio figlioletto da parte di “Suor Angelica” di Puccini. E a dirigere l’orchestra di entrambe le opere non può che esserci una donna dal curriculum internazionale: Gianna Fratta, già direttrice di grandi titoli del repertorio di Verdi e Puccini nei teatri più prestigiosi d’Europa e del mondo.

Gianna Fratta dirige “Il segreto di Susanna” e “Suor Angelica” al Filarmonico di Verona

Il segreto di Susanna, intermezzo comico della durata di 40 minuti, è affidato alla regia di Federica Zagatti Wolf Ferrari, pronipote dello stesso Ermanno Wolf Ferrari che lo mise in scena nel 1909 nella Germania romantica e che omaggiava l’opera buffa e la farsa. Susanna nasconde un segreto al marito, ma non è certo l’amante che questi cerca in ogni angolo della casa, bensì il vizio del fumo. Un desiderio, quello della contessa Susanna, che la porta a coinvolgere nelle sue trame pure il maggiordomo, suo complice. Un semplice segreto, che rende, però, Susanna anticonformista, volitiva e molto femminista. Fino al momento della sua confessione, la protagonista si concede quel voluttuoso piacere senza sentirsi in colpa e senza avvertire il benché minimo rimorso nei confronti del marito furioso. La casa risulta “la scatola” in cui tutto si consuma, tra le pareti bianche e le finestre ampie; una sorta di precognizione di ciò che sarà il chiostro dell’opera successiva.

“Suor Angelica” al Teatro Filarmonico di Verona

Al piacere di Susanna, però, dopo la pausa, si accosta la passione di Suor Angelica nei confronti del figlioletto, mai conosciuto a causa della clausura forzata. La scenografia imponente, monocolore e la cupa statua della Vergine sullo sfondo, in qualche modo ingabbiano ancor di più il segreto struggente della madre che viene a sapere della morte del figlio. L’opera è un inno al femminile in ogni senso: un coro di sole donne, mai un personaggio maschile che appaia -se si esclude il fugace accenno al futuro sposalizio della sorella della protagonista-. “Suor Angelica” era il lavoro preferito di Rossini e del suo Trittico, ma allo stesso tempo anche il meno rappresentato: al Filarmonico, nella stagione 2022 è affidato alla regia di Giorgia Guerra.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Le repliche di entrambe le opere si terranno venerdì 4 marzo alle ore 20 e domenica 6 marzo alle 15.30. Dopodiché sarà la volta del Rigoletto di Verdi.

IL CAST

Il Segreto di Susanna

Conte Gil Vittorio Prato

Contessa Susanna Lavinia Bini

Sante Roberto Moro

 

Suor Angelica

Suor Angelica Chiara Isotton (30/01), Donata D’Annunzio Lombardi (02/02, 04/02, 06/02)

La Zia principessa Graziella DeBattista

La Badessa Tiziana Realdini

La Suora zelatrice Alessandra Andreetti

La Maestra delle novizie Alice Marini

Suor Genovieffa Rosanna Lo Greco

Suor Osmina Sonia Bianchetti

Suor Dolcina Jessica Zizioli

La Suora infermiera Elisa Fortunati

Prima cercatrice Manuela Schenale

Seconda cercatrice Grazia Montanari

Prima conversa Emanuela Simonetto

Seconda conversa Mirca Molinari

Una novizia Cecilia Rizzetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.