8-9 giugno: Pace di Paquara e Palio

Presso la sede della Società Lupatotina Gas e Luce di San Giovanni Lupatoto, è stata presentata la rievocazione storica della Pace di Paquara e del Palio del drappo verde. La rievocazione di questi due eventi storici è patrocinata e supportata dall’Amministrazione comunale di San Giovanni Lupatoto e organizzata dal Gsd Mombocar di San Giovanni Lupatoto.
Sabato 8 e Domenica 9 Giugno, al Parco dell’Adige di San Giovanni Lupatoto, parteciperanno oltre 200 figuranti, vestiti in abiti rigorosamente ispirati al 1200 e al 1300. Sei delle compagnie saranno presenti con il loro “esercito”, per simulare le battaglie che hanno preceduto la Cosiddetta Pace di Paquara, un momento di tregua nel susseguirsi dei saccheggi, emigrazioni, uccisioni e vendette delle lotte tra Guelfi e Ghibellini, che il 28 agosto del 1233 fu fortemente voluta e annunciata dal frate domenicano Fra Giovanni da Schio. Noto per le sue capacità oratorie e lo spessore politico, ben al di sopra degli altri, Fra Giovanni da Schio (o da Vicenza) realizzò nel  territorio di San Giovanni Lupatoto sulla sponda dell’Adige il raduno della Paquara, quello che sarebbe passato alla storia come il suo capolavoro, una festa della pace senza pari, un raduno di rappresentanti di tutta l’Italia del Nord da tenersi nel nome della generale fratellanza. Frate Giovanni fece erigere un pulpito fatto di un’impalcatura di legname e predicò sulle parole del testo “pacem meam do vobis, pacem meam relinquo vobis”. A ricordo di un avvenimento di valenza storica come la Pace di Paquara, rimane nel Comune di San Giovanni Lupatoto il nome di una via intitolata, oltre ad una lapide fatta murare nel frontale della torre centrale della corte di Sorio, dove si trova la Chiesetta di Sorio.

LA STORIA

Il Palio del drappo verde, nato nel 1208, è stato ripreso in mano sportivamente dal Gsd Mombocar nel 2008 e questa primavera ha festeggiato la sua 602^ edizione. Diventato famoso in tutto il mondo per la citazione riportata da Dante Alighieri nella Divina Commedia, il Palio del drappo verde è stato riportato alla storia grazie all’intuizione dello storico inglese Andy Milroy e dello statistico di atletica Stefano Scevaroli. Con la collaborazione La rievocazione del Palio del drappo verde é inserita nell’Albo delle Manifestazioni storiche e Palii del Veneto, con il patrocinio della Regione. Questa al parco dell’Adige è probabilmente la più grande rievocazione storica medievale d’Italia.
Fortemente voluta dal lupatotino Giampaolo Aloisi, dopo il grande successo della 1ª edizione dello scorso anno, al parco all’Adige potremo vedere la ricostruzione di armi storiche medievali, macchine d’epoca, giocoleria per bambini e adulti, falconieri a cavallo, danza, giullari, musica con muse e percussioni, arcieri, balestrieri, scherma storica e numerosi artigiani impegnati a fare didattica per la preparazione di candele, distillati con alambicco, pittura, creazione del sapone, scrittura medievale, cerusico antico, tessitura, tintura delle stoffe.   

LA CONFERENZA STAMPA

I lavori di presentazione alla stampa sono stati aperti dal Presidente di Lupatotina Gas e Luce, Loriano Tomelleri. Tomelleri, orgoglioso del piano industriale annunciato nel 2017 e che sta rispettando tutti i suoi traguardi, ha confermato la vicinanza allo Sport e alla Cultura da parte della Società del Comune di San Giovanni Lupatoto, da lui presieduta.
Il Presidente del Gsd Mombocar, Giampaolo Aloisi, prima di presentare alla stampa e ai media le Autorità e i più stretti collaboratori, ha illustrato il programma della Rievocazione, l’ obiettivo di far conoscere ai lupatotini, soprattutto ai più giovani, la vicenda della Pace di Paquara, per avvicinarli alla conoscenza della storia locale attraverso la rievocazione e la riproposizione di scene storiche in costume, di grande effetto ed impatto emozionale, al fine di valorizzare il territorio, richiamando la presenza … magari … di 400mila persone, come nel 1233.
Il Consigliere Provinciale Gino Fiocco, oltre a portare il saluto del Presidente e della Amministrazione Provinciale di Verona, nella oppia veste di delegato alla cultura della Provincia e del Comune di San Giovanni Lupatoto, ha messo in rilievo l’elevata importanza degli aspetti culturali e di conoscenza che questa Rievocazione può sviluppare anche a favore dei bellissimi territori che la provincia di Verona offre. Mattia Stoppato, Consigliere del Comune di San Giovanni Lupatoto, con delega alla promozione dell’identità e della cultura veneta.
Il Presidente Regionale del Centro Sportivo Italiano (CSI), Antonio Soffiati, ha richiamato lo stretto collegamento tra lo sport moderno e le competizioni storiche degli anni rievocati da questo evento, mettendo in risalto gli aspetti della vita civile e l’attaccamento ai valori di condivisione della propria terra.
Gli ospiti Daria Mantovani, organizzatrice della rievocazione storica dell’Imboscata di Erbè e Maurizio Ruggiero, organizzatore delle Pasque Veronesi, hanno suggellato la comunione d’intenti con la rievocazione del Palio del drappo verde, che assieme hanno aderito all’invito pervenuto da “Veneto Storico” e dalla Regione Veneto di allestire assieme a Verona nel 2019 la giornata annuale delle manifestazioni storiche e dei palii, che avrà luogo nel prossimo autunno.
Dulcis in fundo il Direttore Artistico della Rievocazione, Lorenzo Vicentini, in rappresentanza della Compagnia del Gardello, dopo aver ringraziato il suo collega Alessandro Pezzo per il prezioso aiuto nell’allestimento tecnico, ha illustrato il programma dettagliato e citato in rassegna i nomi delle compagnie storiche, provenienti da tutt’Italia, che saranno presenti.

Programma orario di sabato 8 giugno

15.00: apertura di tutte le attività e degli stand enogastronomici (Gruppo Alpini di San Giovanni Lupatoto e vari artigiani)

16.00: inizio attività in armi

17.30: primo spettacolo dimostrativo di cavalleria e falconeria

20.00: secondo spettacolo dimostrativo di cavalleria e falconeria

21.00: spettacolo fisso dei giullari

21.30: sospensione attività e stand enogastronomici

Programma orario di domenica 9 giugno

11.00: apertura di tutte le attività e degli stand enogastronomici (Gruppo Alpini di San Giovanni Lupatoto e vari artigiani)

11.30: primo spettacolo dimostrativo di cavalleria e falconeria

15.00: secondo spettacolo dimostrativo di cavalleria e falconeria

16.00: battagliola

17.00: sfilata delle Signorie

17.30: dichiarazione della Pace di Paquara da parte di Fra Giovanni da Schio

19.30: chiusura di tutte le attività

Compagnie di rievocazione storica invitate nel cast :

EQUITES DUELLATORUM (PROVENIENZA MISTA)

COMPAGNIA DEGLI SQUARZACOJE (SALETTO – PD)

COMPAGNIA DELLA TORLONGA (PADOVA)

COMPAGNIA DELLA ROSA (MANTOVA)

COMPAGNIA DELLE 13 PORTE (BOLOGNA)

VIS MONTIUM (FERRARA)

ORDINE DELLE LAME SCALIGERE (VERONA)

GILDA HISTORIAE (LIGURIA)

CIVITAS ALIDOSIANA (IMOLA)

LA SPEZIERIA DEL DIOTAIUTI (IMOLA)

FLOR FERRI (FORLÌ)

ARCIERI E BALESTRIERI DI MASTINO (VERONA)

ORDINANZA DE TERA FIRMA (MESTRE – VE)

ALMA ET ARS FERRI (PROVENIENZA MISTA)

COMPAGNIA DEL GARDELLO (VERONA) E MAGISTRO ICONETUS (VERONA)

LA CORTE SCALIGERA (VERONA)

LA COMBRICCOLA DEI LILLIPUZIANI (RIMINI) GIULLARI

SAGITTAE FONTIS (PADOVA)

ARZACHENA (ARZIGNANO – VI)

AFRA E WALTER (MANTOVA)

LA REGINA DELL’AMORE (PARMA)

PORTA DE FERO (IN RAPPRESENTANZA CON LA FOTOGRAFA UFFICIALE DELL’EVENTO) (GROSSETO)

SIGNORI BEVANDE STORICHE (EMILIA ROMAGNA)

ANTONELLA PAGANOTTO (UTENSILERIA STORICA IN LEGNO) (MONTAGNANA)

MADONNA SABINA (DIDATTICA SULLA CUCINA) (LESSINIA)

MAESTRO DI MUSICA CON LA GHIRONDA (MASSIMO SACCARDO DA VERONA)

HISTORICAL SHOES (ARZIGNANO – VI) (CALZATURE STORICHE)

VALTER BUSOLO (PADOVA) (CASSE E CASSAPANCHE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.