Nuovi mezzi per il trasporto sociale a San Giovanni

Due mezzi nuovi di zecca regalati al servizio di trasporto sociale di San Giovanni Lupatoto, che torna così a pieno regime. Sono stati consegnati un paio di settimane fa e andranno a sostituire quelli bruciati accidentalmente a novembre nel parcheggio adiacente al parco Ai cotoni.
È una storia a lieto fine per l’associazione Crescere insieme, che con 42 volontari si occupa del servizio in convenzione con il Comune, accompagnando cittadini anziani in situazione di disagio alle visite mediche o a fare la spesa.

«Avevamo appena acquistato il mezzo, quando è andato a fuoco insieme a quello di proprietà municipale: dal giorno alla notte ci siamo ritrovati con metà veicoli e una ventina di uscite settimanali da garantire; non è stato per niente facile – ricostruisce Michele Corzato, presidente della onlus –. Ringraziamo l’intera comunità per questo slancio di generosità e anche il Comune, che si è attivato per aiutarci: abbiamo potuto ricomprare il mezzo, attrezzato per il trasporto di sedie a rotelle, grazie a un finanziamento di 15mila euro da parte di Lupatotina Gas e Luce e di altri 10mila euro giunti dalla Fondazione Pia Opera Ciccarelli». Il secondo veicolo messo a disposizione dell’associazione è stato invece acquistato dal Comune, con l’apporto della ditta Pmg Italia e di vari sponsor locali.
«Una comunità e un’amministrazione si misurano su quello che riescono a fare in tema di solidarietà – commenta il sindaco
Attilio Gastaldello –. Siamo orgogliosi della risposta a sostegno di un’associazione che da anni svolge un’attività di volontariato insostituibile». Si rallegra pure l’assessore ai servizi sociali Maurizio Simonato, che addita l’iniziativa come «una forma di dono circolare, che coinvolge diverse realtà».
Alla consegna dei mezzi, benedetti da don Luigi Forigo, sono intervenuti anche i benefattori. «Il nostro sostegno rappresenta la sensibilità di Lupatotina Gas e Luce nei confronti della comunità: è un aiuto volto a far crescere la fiducia nel futuro», sono state le parole dell’amministratore unico,
Loriano Tomelleri. Concorde anche Luisa Meroni, assessore delegato alle partecipate: «Con l’attivo della Lupatotina si riesce a fare del bene, siamo orgogliosi di questa scelta».
L’appoggio all’iniziativa è arrivato pure da Elisabetta Elio, direttrice della Fondazione Pia Opera Ciccarelli: «Non potevamo ignorare la richiesta di Crescere Insieme, che da oltre vent’anni si occupa del trasporto di alcuni nostri residenti, garantendo loro dei momenti di socializzazione al di fuori della casa di riposo». Un plauso è giunto infine da Paolo Faggian, responsabile di zona di Pmg Italia. «San Giovanni Lupatoto è un’isola felice: una mobilitazione così rapida non si vede tutti i giorni, siatene fieri».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.