Confartigianato al Tocatì con due iniziative

Dalla rinnovata collaborazione tra l’Associazione Giochi Antichi e Confartigianato Verona, la principale realtà associativa artigiana a livello provinciale, nell’ambito del “Tocatì – Festival Internazionale dei Giochi in Strada”, che animerà il centro della città di Verona dal 14 al 17 settembre, prendono vita due iniziative che vedono protagoniste le imprese e i maestri artigiani della città e della provincia di Verona.
Si parte con “ToBottega”, un viaggio nelle “botteghe” artigiane veronesi situate in varie zone del centro storico cittadino. «Le attività – illustra Andrea Bissoli, Presidente di Confartigianato Verona – aprono le loro porte agli ospiti del Tocatì, per far conoscere i segreti dell’artigianalità veronese. Immersi in un’atmosfera di autentica tradizione, si possono ammirare gli strumenti di lavoro e contemplare i maestri all’opera, addentrandosi nei laboratori, dove il sapere tecnico e la passione sono tramandati da generazioni. Ringraziamo anche quest’anno l’Associazione Giochi Antichi e il Comune di Verona per il coinvolgimento in questa importante manifestazione».
“ToBottega” è un itinerario con ben 8 tappe, corrispondenti ad altrettante “botteghe” artigiane selezionate da Confartigianato Verona, per scoprire come nascono le manifestazioni creative dell’ingegno e della cultura locale, e sarà attivo per l’intera durata del Festival, coinvolgendo attività come la sartoria, la ceramica, il restauro, la legatoria storica, la panificazione e persino una scuola di ricamo per bambini.
Nel cuore di Verona, in Piazza Nogara, nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 settembre, dalle 10.00 alle 18.00, uno spazio espositivo ospiterà alcune imprese artigiane con prodotti e lavorazioni. Al loro fianco, un’area destinata a Confartigianato Verona e ai suoi servizi dedicati alla persona, non solo all’impresa. Nel corso delle giornate verranno proposti momenti informativi e dimostrativi dedicati al benessere personale, con il particolare coinvolgimento dei maestri Calzolai e degli Ottici.
“Le scarpe che indossi non mentono: parlano di te”, con questo slogan i professionisti della calzatura illustreranno come il benessere di una persona, anche dei bambini, parta dai piedi e come le calzature ne possano essere artefici oppure nemiche. “Mai come negli ultimi anni – spiegano Paride Geroli ed Eugenio Moro, presidenti della Moda e dei Calzolai di Confartigianato –, ci siamo formati acquisendo competenze, sia sul piede sia sulla calzatura e sulla loro indissolubile relazione. Una scarpa usata può essere ‘letta’ come un libro, osservando l’impronta del sottopiede, l’usura del tacco o la deformazione della tomaia. Le scarpe non mentono, dicono sempre la verità”.
Il benessere visivo e le abitudini quotidiane verranno invece illustrate dagli Ottici, che nel gioco individuano divertimento, passatempo, esercizio ricreativo, che impegnano la mente e l’abilità fisica, stimolando inventiva, curiosità, manualità, ingegno e capacità visuo-motorie.
«Oggi, con l’aumento del benessere e il cambio degli stili di vita e di gioco, sempre più legati alla tecnologia – spiega Paola Martini, titolare di un’attività di ottica e Presidente delle Donne Imprenditrici di Confartigianato Verona –, i bambini sono sempre meno stimolati nelle abilità visive, importantissime in età scolare. Gli Ottici Artigiani, attenti al benessere dei giovani clienti, consapevoli dell’importanza della coordinazione tra vista e movimenti, possono integrare la loro attività con i principi dell’igiene e della Rieducazione Visiva».

Scarica la mappa delle iniziative di ConfArtigiani al Tocatì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.